Giovedi, 6 ottobre 2022

Spreco alimentare, i giovani sono consapevoli ma chiedono una maggiore informazione




Il 78% dei giovani è consapevole delle conseguenze ambientali causate dallo spreco alimentare, ma l’84% sostiene che avere più informazioni potrebbe aiutarli a sprecare meno cibo. È quanto emerso da un sondaggio social realizzato da Too Good To Go con ScuolaZoo, condotto su un campione di più di 32 mila studenti della community di ScuolaZoo (con oltre l’80% dei follower di età compresa fra i 13-24 anni).

Spreco alimentare, un tema poco trattato nelle scuole

Oggi più di un terzo di tutto il cibo prodotto viene sprecato, un fenomeno responsabile del 10% delle emissioni di gas serra in atmosfera (WWF 2021). Il contrasto allo spreco alimentare – spiega Too Good To Go – è considerato, infatti, una delle principali soluzioni per combattere il cambiamento climatico e mantenere l’aumento delle temperature al di sotto dei 2°C entro la fine del secolo, così da limitare i danni dei cambiamenti climatici su persone e ambiente.

Ma cosa ne pensano i giovani? Come detto, nonostante la maggior parte dei partecipanti all’indagine sia a conoscenza di questo problema, l’84% sostiene che avere maggiori informazioni sul tema potrebbe aiutarli a sprecare meno cibo. Un dato rilevante, considerato il fatto che oltre la metà dei giovani ha dichiarato di non aver mai trattato il tema a scuola.