Mercoledi, 29 settembre 2021

Leggere: Forte!, Per promuovere successo scolastico e uguaglianza




Incremento dello sviluppo del linguaggio e del livello di attenzione, miglioramento della memoria, sviluppo per l’interesse verso i libri. E soprattutto una maggiore capacità di ricezione da parte di chi ha più bisogno, un risultato quest’ultimo che, andando oltre la democrazia, punta diretto all’equità.

Questi in estrema sintesi alcuni dei risultati di un anno di “Leggere: Forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza”, politica educativa pluriennale di Regione Toscana che ha l’obiettivo di inserire la lettura ad alta voce quotidiana nelle scuole di ogni ordine e grado come strumento per il successo scolastico.

Nel 2019 la Regione Toscana ha infatti deciso di caratterizzare l’offerta formativa di tutto il sistema educativo e di istruzione, dai nidi alle scuole secondarie di secondo grado, con una pratica didattica quotidiana, strutturata, progressiva e permanente: l’introduzione dell’ora di ascolto della lettura ad alta voce ad opera delle educatrici, degli educatori e degli insegnanti. L’obiettivo, fornire a tutti i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze, la strumentazione di base per poter raggiungere il successo formativo.

I dati di un anno di lavoro sono stati presentati nell’ambito di un webinar che si è svolto presso la sede della presidenza della Regione Toscana. Entrando nello specifico dei risultati, riguardo alla scuola primaria e alla secondaria di secondo grado, i dati qualitativi del progetto fanno emergere una crescita del tempo medio di lettura e del livello di attenzione, ma anche quello della partecipazione attiva e dell’interesse da parte delle ragazze e dei ragazzi coinvolti.