Lunedi, 30 marzo 2020

Gioco d'azzardo online, l'Europa chiede più tutele per i consumatori




Il gioco d'azzardo online è un business che non conosce crisi in Europa, ha raddoppiato i profitti negli ultimi sei anni, e la Commissione Ue ha deciso di intervenire per proteggere meglio i consumatori soprattutto adolescenti, i più a rischio di caduta nel vortice poco regolato e controllato del gioco su internet.

Con una 'Raccomandazione' agli Stati membri, cioè uno strumento non vincolante ma che vorrebbe orientare le politiche nazionali, Bruxelles chiede ai 28 di mettere a punto leggi che proteggano i minori e che rendano obbligatoria una corretta informazione sui rischi legati al gioco d'azzardo.

Agli Stati membri viene chiesto di adottare norme sui servizi di gioco d’azzardo online e sullapubblicità e sponsorizzazione responsabile di questi servizi. “Principi - spiegano dalla Commissione in una nota - che mirano a salvaguardare la salute e a ridurre al minimo gli eventuali danni economici che possono derivare dal gioco d’azzardo eccessivo o compulsivo”.

La raccomandazione della Commissione definisce una serie di principi che gli Stati membri sono invitati ad adottare nei loro regolamenti di gioco. (leggi la raccomandazione in inglese).

Si parte dagli obblighi di informazione di base per i siti web di gioco d’azzardo, in particolare per garantire che i consumatori dispongano di informazioni sufficienti per comprendere i rischiconnessi al gioco d’azzardo.

Si prosegue con l’invito a garantire che i minori non siano in grado di giocare online, e che le regole sono in atto per ridurre al minimo il loro contatto con il gioco d’azzardo, anche attraverso lapubblicità o la promozione di servizi di gioco d’azzardo, siano ben visualizzabili.

Come ulteriore garanzia la Ue stabilisce che debba essere realizzato un processo di registrazione per aprire un conto giocatore in modo che i consumatori debbano fornire i dettagli di età e di identità per la verifica da parte degli operatori.